Il paese dei Pulcinella

Ora basta.
Siamo stufi ed arcistufi.
E’ da quattro anni che il comitato IOVOTOFUORISEDE si batte per il diritto di voto del cittadino in mobilità.
Abbiamo fatto la protesta.
Sono state raccolte oltre 11.000 firme con una petizione on-line e non ci hanno ascoltato.
Non ci siamo fermati.
Abbiamo fatto la proposta.
Ci siamo informati, abbiamo studiato, abbiamo scritto il ddl 3054 presentato mesi fa in Senato e chiesto in ogni modo che venisse discusso. Lì riposa in pace.
Non ci hanno voluto ascoltare.
Ora che nulla più si può fare, si sono svegliati (http://tinyurl.com/b94srr9) ed hanno scoperto la necessità ed urgenza dei provvedimenti che chiediamo invano da anni.
Davvero pensano di dare il rimborso del 70% sui voli aerei (http://tinyurl.com/b8h2ynl) agli studenti Erasmus?
Ma se per i fuori sede in Italia siamo fermi ad un rimborso del 40% per un limite massimo di 40 euro!
Vogliono davvero farcene andare a tutti i costi dal nostro Paese?
Ma quale messaggio vogliono veicolare: che valiamo qualcosa per lo Stato soltanto se andiamo all’estero e qui nel nostro Paese saremo sempre e comunque cittadini di serie B, una spesa mal tollerata che comunque lo Stato non si può permettere?
Non accettiamo e mai accetteremo un logica di questo tipo.
Se danno il rimborso del 70% agli Erasmus, lo devono dare a maggior ragione ai fuori sede in Italia.
Ma non ci avevano detto che avevano introdotto l’obbligatorietà della copertura finanziaria per le leggi?
Forse non si sono accorti che gli Erasmus sono 25.000 ma i fuori sede in Italia tra studenti e lavoratori sono quasi un milione. Quanto verrebbe a costare? Qualcuno lo ha detto?
Noi siamo seri ed esigiamo serietà.
Questa legge elettorale è una porcata ma ha un vantaggio: già da oggi sappiamo in base alle presentazione delle liste elettorali chi saranno i prossimi parlamentari.
Chiediamo a tutti i futuri parlamentari una video nota in cui si impegnano ad approvare la legge per il diritto di voto del cittadino in mobilità in Italia e all’estero.
Se vogliono i nostri voti dovranno venire a prenderseli.
Ancora una volta pagheremo per il nostro diritto ma vogliamo sapere anche che sarà l’ultima.
Se è vero che l’Italia è il paese dei Pulcinella, forse non si sono accorti che nell’era della Rete gli ultimi rimasti in circolazione sono proprio loro.