Come votare fuori sede al Referendum Costituzionale 4 dicembre 2016

Ottime notizie per i cittadini in mobilità!MAfalda
Studenti e lavoratori fuori sede potranno votare al Referendum Costituzionale del 4 dicembre.
Prendetevi 3 minuti per leggere questo post fino alla fine per scoprire come.

Come sa chi ci segue, in Italia non esiste ancora una legge per il diritto di voto dei cittadini in mobilità come denunciamo da anni, ma per il Referendum anche per chi si trova lontano dalla propria residenza e dunque dal seggio elettorale in cui è iscritto,  esiste un escamotage per riuscire a votare.

Infatti, il comitato promotore del Referendum e i partiti politici che hanno rappresentanti in Parlamento hanno diritto ad avere fino a 2 rappresentanti di lista per quesito referendario (in questo caso il quesito è unico), ed i rappresentanti di lista hanno diritto di votare nel seggio dove sono delegati.
Si può essere delegati rappresentanti di lista in un qualsiasi seggio della propria circoscrizione di appartenenza…ma poiché in occasione del Referendum l’Italia è un’unica circoscrizione, si può essere delegati in qualsiasi seggio d’Italia!

Quindi, in conclusione, facendosi delegare rappresentante di lista, si può votare in qualsiasi seggio.

Ma come fare per farsi delegare?

Qui arrivano le buone notizie: basta riempire uno dei due moduli che trovate di seguito!

Raccomandazione: riempite soltanto uno dei due perché sono gestiti da due organizzazione diverse.
Riempiendo tutti e due i moduli otterreste il risultato di avere due deleghe per due seggi diversi e in questo modo sottrarreste un posto a qualcun’altro che poteva votare.

Il primo modulo è del PD: su nostra richiesta, per aumentare la partecipazione al voto di tutti i cittadini, il PD ha deciso di mettere i posti di rappresentante di lista cui ha diritto come partito presente in Parlamento a disposizione di chiunque ne faccia richiesta.
Ringraziamo in particolare Michele Masulli, presidente dei Giovani Democratici, e Gianluca Scarano,  responsabile Università dei GD, per aver smosso mari e monti per raggiungere questo obiettivo.
Basta riempire il modulo che trovate a link sottostante per fare la richiesta di diventare rappresentante di lista:
https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdxTtg8ydWeAItzMapLjZqjIqF3G8G2d99XeGO-yRJoQXBBiQ/viewform?c=0&w=1

Per ulteriori info, provate a contattarli a questa mail: fuorisede.gd@gmail.com

L’altro modulo è del Comitato promotore del Referendum, e lo trovate al seguente link:
http://www.bastaunsi.it/rappresentanti-seggio/

Per completezza di informazione, circolano in rete altri link che propongono la stessa cosa, in particolare dei Comitati del NO, ma ribadiamo che l’unico comitato che può delegare rappresentanti di seggio è il Comitato del Sì “Basta un sì” poiché il Comitato del No non è riuscito a raggiungere le 500.000 firme necessarie per legge per essere comitato promotore.
Esistono una miriade di Comitati a livello locale sia per il Sì che per il No, ma attenzione a non fare confusione, sono comitati di scopo nati per diffondere le ragioni dell’una e dell’altra parte, e non possono in alcun modo delegare nessun rappresentate di lista.
Gli unici del fronte del No che possono delegare rappresentanti di lista sono i partiti politici schierati per il NO, ma non abbiamo avuto comunicazioni da parte dei responsabili politici di questi partiti per cui non sappiamo se una volta compilato il modulo, poi venga effettivamente preso in carico e da chi.
Dunque a vostro rischio e pericolo, qui trovate uno di questi link:
http://votofuorisede.com/

Ora la risposta ad alcune delle domande più frequenti che ci rivolgete:

1) Ho compilato il modulo, cosa devo fare adesso? 
Una volta compilato il modulo devi solo aspettare che ti arrivi la comunicazione contenente il seggio in cui devi recarti il giorno del Referendum dove sarete già registrati come delegati di seggio.
2) Quando mi arriverà la delega, quanto devo aspettare?
Il processo di delega è un po’ complesso. Una volta che compilate il modulo, i vostri dati devono essere smistati ai responsabili provinciali del partito che per legge sono coloro che materialmente fanno le deleghe e le portano al Comune per essere registrate. Tutto questo entro 5 giorni prima della data del voto.
Visto la gran quantità di deleghe e comunicazioni che dovranno gestire, probabilmente riceverete la comunicazione col seggio in cui recarvi uno o due giorni prima della data del voto.
3) Non ho il domicilio nella città in cui vivo, cosa scrivo nel modulo?
Per indirizzo di domicilio si intende l’indirizzo dove ti trovi a vivere, studiare o lavorare ed il Comune dove quindi vorresti essere delegato come rappresentante di lista.
4) Come rappresentante di lista, che obblighi ho? Quali sono le funzioni/mansioni che devo svolgere, oltre il voto?
Nessuna, oltre il voto.
La funzione del rappresentate di lista è di controllare per conto di chi l’ha delegato il corretto svolgimento degli scrutini. Ha il diritto di rimanere fino all’apertura delle urne e al conteggio dei voti per verificare ed eventualmente denunciare all’autorità giudiziaria se secondo lui ci sono brogli, ma ne ha appunto il diritto, nessun obbligo di farlo.
Quindi puoi andare a votare e andartene senza nessun problema.
5) Ho compilato il modulo sul vostro sito ma non ho ricevuto risposta, quando mi contatterete?
Quello che trovate in questo post sono i moduli gestiti dal PD e dal Comitato Bast un Sì, dovete rivolgervi a loro per avere informazioni ulteriori.
Iovotofuorisede non gestisce il alcun modo le deleghe, quindi inutile che chiedete a noi questo genere di informazioni come spiegato.
6) Sono indeciso se tornare a casa o farmi delegare rappresentante di lista. Ho la certezza di essere delegato come rappresentante di lista una volta compilato il modulo?
No, se puoi tornare a casa a votare, torna a casa.
Essere delegato rappresentante di lista non è un tuo diritto, ma delegarti è una scelta discrezionale delle organizzazioni che hanno diritto a queste figure, ovvero i partiti ed il comitato promotore del Referendum.
Se sei stato effettivamente delegato, lo saprai soltanto qualche giorno prima del voto a causa del processo burocratico di delega spiegato nella 2).
Inoltre i seggi in Italia sono poco più di 68.000, ciò significa conti alla mano, che se vengono delegate 2 persone dal PD e 2 dal Comitato promotore, al più ci saranno disponibili circa 272.000 posti.
Visto che tra studenti e lavoratori fuori sede stimiamo che siamo oltre un milione è evidente che non ci sarà posto per tutti. Affrettatevi a compilare il modulo!
Questo è il motivo per cui da otto anni ci battiamo per far introdurre in Italia una legge che garantisca e tuteli il diritto di voto in mobilità.
7) Non ho la tessera elettorale con me, posso votare lo stesso?
No, senza tessera elettorale non si può votare. Quindi fattela spedire al più presto. Se non hai come fare per procurartela, inutile farti delegare come rappresentante di seggio, lascia il tuo posto a qualcun altro.