Borsellino: “Anche in Italia possibilità di voto per studenti fuori sede”

Segnaliamo con piacere l’articolo uscito oggi (13 ottobre 2010) su Blog Sicilia che riporta la segnalazione di Rita Borsellino (pubblicata anche sul suo sito) in merito al passaggio della proposta di legge dell’On. Ceccanti alla Commissione Affari Costituzionali.

Riportiamo di seguito il testo dell’articolo:

In un momento in cui si lamenta tanto la distanza dei giovani dalla politica il Parlamento italiano potrebbe dare un segnale importante approvando il disegno di legge che prevede la possibilità di votare per corrispondenza alle elezioni politiche ed europee per tutti quei giovani fuori sede che altrimenti devono fare ritorno nelle regioni di residenza e non con pochi disagi”.

Lo ha detto l’eurodeputato Rita Borsellino, rilanciando l’approvazione del disegno di legge 1561 in calendario la prossima settimana in Senato (primo firmatario Stefano Ceccanti), nato sulla scia di una petizione on-line “IOVOTOFUORISEDE” a cui ha aderito anche l’europarlamentare e che in poco tempo ha raccolto seimila firme.

“In altri paesi europei questa possibilità viene concessa da lungo tempo ed è assurdo che l’Italia non si sia ancora adeguata per garantire un diritto fondamentale come quello del voto a circa 280 mila giovani italiani che studiano fuori dalle loro regioni e che non possono essere ignorati.

C’è una larga fetta di giovani che con entusiasmo vuole partecipare alla cosa pubblica e chiede che gli sia riconosciuto questo diritto. Quest’entusiasmo oggi più che mai non va disperso a causa delle evidenti difficoltà di natura economica o perché le elezioni spesso coincidono con periodi di esami”.