E i fuori sede “terricoli” sono figli di un Dio minore?

Martedì 12 ottobre la Commissione Affari Costituzionali del Senato discuterà la Proposta di Legge 2009 per dare il diritto di voto per corrispondenza ai lavoratori marittimi imbarcati.

Si legge nella relazione che accompagna il DDL ” La ratio della seguente normativa vuole essere quella di garantire la partecipazione politica, diritto costituzionale, principio alla base di tutte le democrazie, anche ai connazionali, oltre 50.000, che restano puntualmente esclusi dalla possibilità di scegliere il proprio rappresentante politico in Italia al Senato della Repubblica e alla Camera dei deputati, come al Parlamento europeo”.

Ci piacerebbe informare la Commissione che i fuori sede “terricoli”, ovvero studenti e lavoratori, che hanno esattamente lo stesso diritto alla partecipazione politica  sono ben di più. Solo guardando i dati che fornisce il MIUR  sappiamo che gli studenti fuori dalla propria regione di residenza sono ben 285.000 e le cifre sui lavoratori che si trovano ad emigrare da Sud a Nord sono anche maggiori, anche se nessuna statistica si occupa di loro.

Presso la stessa Commissione, inoltre, giace dall’11 giugno 2009 la Proposta di Legge 1561 per il diritto di voto degli studenti, mentre il DDL 2009 è stato depositato solo 16 marzo 2010.

Visto che non è l’ordine cronologico, né l’impatto della legge  sulla quantità di cittadini il criterio secondo cui vengono scelte le proposte di legge da discutere in Commissione, ci piacerebbe chiedere al Presidente Vizzini questo criterio, dunque, qual è ?

Considerano forse gli altri fuori sede elettorale meno degni di esercitare il diritto costituzionale al voto?

E ci piacerebbe anche chiedere ai Parlamentari che siedono in Commissione: non è il caso di smettere di fare  leggi  per tutelare il diritto al voto dei cittadini in base alle professioni o condizione contingenti  (militari, degenti, detenuti, marittimi etc…)  e discutere una legge generale che garantisca il diritto di voto per qualsiasi cittadino che si trovi fuori dal suo comune di residenza?