fbpx

Il Ministro della Gioventù si occupa del diritto di voto passivo dei giovani ma non di quello attivo!

Sei qui:Home > Lettere, Materiale della campagna > Il Ministro della Gioventù si occupa del diritto di voto passivo dei giovani ma non di quello attivo!

E’ di qualche giorno fa la notizia che il Ministro Meloni ha presentato un disegno di legge per abbassare i limiti di età per essere eletti a 18 anni per la Camera e a 25 anni per il Senato.
Iniziativa lodevole, molto lodevole per carità, e anche di sicuro effetto mediatico: infatti tutti i giornali ne hanno dato ampio spazio e visibilità.
Ma cambierà davvero qualcosa e i partiti sapranno veramente dare spazio ai giovani nella selezione dei candidati?
E soprattutto, oltre a preoccuparsi di aprire le porte del Parlamento a qualche decina di giovani, perché il Ministro non si occupa innanzitutto di aprire le porte del seggio elettorale a quelle centinaia di migliaia di giovani studenti e lavoratori precari che si trovano fuori sede nell’impossibilità di votare come Le abbiamo chiesto in un nostro appello di oltre  un anno fa senza ricevere alcuna risposta?
Forse sarebbe di minor impatto mediatico, ma sicuramente questo interesserebbe una quantità di cittadini incomparabilmente maggiore.

Per introdurre anche in Italia una modalità di voto fuori sede come ad esempio quello danese (il cosiddetto “voto anticipato”) non sono necessari complicati disegni di legge costituzionali, basterebbero il lavoro di qualche settimana di un paio di funzionari esperti ed una leggina ordinaria che il governo non avrebbe difficoltà a far approvare visto la sua maggioranza in entrambi i rami del Parlamento e l’appoggio bipartisan di cui gode la tematica.

In qualche mese anche in Italia anche noi cittadini in mobilità avremmo la possibilità di votare!

Vorremo sapere dal Ministro quali sono gli ostacoli e perché non si occupa di noi.
Ci facciano sapere cosa dobbiamo fare che lo faremo senza esitazioni.
Ma lo facciano in fretta, perché alle prossime elezioni vorremmo poter votare!

Ultimi tweet

Notizie correlate

Torna in cima