Il presidente del Senato sostiene Iovotofuorisede

Il presidente del Senato Piero Grasso con Stefano La Barbera e Francesco Bertolino

Il presidente del Senato Piero Grasso con Stefano La Barbera e Francesco Bertolino

Il Presidente del Senato Piero Grasso ha ricevuto Stefano La Barbera, presidente del Comitato Iovotofuorisede, e Francesco Bertolino, in ordine all’introduzione del meccanismo di voto anticipato per i cittadini che si trovano lontani dalla propria residenza durante i periodi elettorali.
Durante l’incontro é stato condiviso con il Presidente Grasso il percorso fin qui compiuto dal Comitato ed egli ha espresso l’auspicio che il lavoro parlamentare attualmente in corso sulla legge elettorale, in collaborazione con i ministeri dell’Economia e dell’Interno diano risposta a questo vero e proprio vulnus costituzionale che affligge l’Italia, ormai unico paese in Europa a non garantire forme di voto per i propri cittadini in mobilità.
Ringraziamo il Presidente Grasso per l’attenzione dimostrata e l’opportunità concessaci. E’ importantissimo che la seconda carica dello Stato riconosca la necessità di adeguare il nostro ordinamento ai cambiamenti che la società moderna richiede.
L’inserimento in legge elettorale del diritto di voto in mobilità é un provvedimento che andrebbe a garantire il diritto di voto per oltre un milione di cittadini che per motivi puramente logistici sono di fatto esclusi dalla vita democratica del nostro paese.
Faremo partire a breve una campagna di mobilitazione permanente finché non avremo le risposte che ci attendiamo da parte del Parlamento e del Governo.
Stay tuned!

Di seguito il comunicato ufficiale della Presidenza del Senato:
http://www.pietrograsso.org/legge-elettorale-grasso-riceve-promotori-campagna-iovotofuorisede/

“Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha ricevuto stamattina i promotori della campagna “Iovotofuorisede” Stefano La Barbera,  presidente del Comitato Iovotofuorisede, e Francesco Bertolino, fondatore del Comitato Partecipalermo,  in ordine all’introduzione del meccanismo di voto anticipato  per  i cittadini che si trovano lontani dalla propria residenza durante i periodi elettorali. Durante  l’incontro  é stato rappresentato al presidente Grasso il percorso fin qui compiuto dal Comitato. ”Mi  auguro che il lavoro parlamentare attualmente in corso sulla legge elettorale  accolga  la  vostra  richiesta,  individuando con  i ministeri dell’Economia e dell’Interno  la strategia migliore per sanare il ritardo del  nostro  Paese rispetto alle altre democrazie europee, che garantiscono forme  diverse  di  voto per i propri cittadini in mobilità”, ha commentato Pietro Grasso.”

Roma, 21 novembre 2014