Il Governo conferma l’attenzione per il diritto di voto in mobilità

La Presidenza del Consiglio dei Ministri dove si è svolto l'incontro

La Presidenza del Consiglio dei Ministri dove si è svolto l’incontro

Nel corso dell’incontro con il Capo Gabinetto del Ministero delle Riforme, Cons. Roberto Cerreto tenutosi lo scorso 1 dicembre, è emersa una conferma dell’attenzione da parte del Governo sulla questione sollevata dal Comitato Iovotofuorisede.

“E’ evidente la necessità di una proficua collaborazione tra le varie istituzioni coinvolte per raggiungere l’obiettivo nei tempi stretti che la riforma elettorale impone – ha dichiarato Stefano La Barbera, presidente del Comitato Iovotofuorisede – Siamo consapevoli che un ruolo primario lo giocherà nelle prossime settimane il lavoro svolto dalla Commissione Affari Costituzionali presieduta dalla senatrice Anna Finocchiaro, relatrice della riforma della legge elettorale in questo momento in discussione, che in quanto siciliana conosce molto bene il fenomeno del pendolarismo di lungo raggio a cui questo provvedimento vuole dare una risposta. Rivolgiamo, quindi, a lei il nostro appello affinché, sotto la sua guida, si possa rispondere prontamente e definitivamente ad una domanda di democrazia ancora inevasa. La società civile chiede con forza questo provvedimento ormai da molto tempo: il nostro Comitato ha lanciato già dal 2009 una petizione on-line che ha superato le 14.000 firme“.

“Noi Giovani Democratici siamo impegnati in prima linea in questa battaglia per allineare la nostra democrazia agli standard europei: l’Italia rimane tra i pochi Paesi europei che non garantiscono il diritto di voto in mobilità ai suoi cittadini, sia all’interno del territorio nazionale sia all’estero. Siamo pronti a dare il nostro appoggio operativo al Comitato Iovotofuorisede con i quali a breve lanceremo una campagna mediatica apposita per raggiungere questo importante obiettivo” ha aggiunto Michele Masulli, responsabile Esteri dei Giovani Democratici.