fbpx

Quanti sono in Italia i cittadini che non possono votare?

Sei qui:Home > Lettere, Materiale della campagna > Quanti sono in Italia i cittadini che non possono votare?

Si potrebbe pensare che in Italia il problema del voto dei cittadini in mobilità sia solo una giusta e sacrosanta questione di principio ma che in fondo non riguardi molte persone.

Niente di più sbagliato!!

Se guardiamo ai dati forniti dall’Archivio storico delle votazioni politiche fornito dal sito web del Ministero dell’Interno viene fuori un dato molto, ma molto interessante.

Alle ultime 2 elezioni politiche, la media nazionale di partecipazione degli aventi diritto al voto è stata rispettivamente dell’84% nel 2006 e dell’80% nel 2008.

Se però guardiamo alle 6 regioni meridionali (Campania,Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna), la percentuale di partecipazione al voto rispetto alla media nazionale si abbatte del 6%.

Sono più di 800.000 cittadini che mancano all’appello!!

Si tratta del 2% del corpo elettorale italiano: possibile che nessuno senta il bisogno di risolvere il problema di questi cittadini che hanno smesso di esercitare il diritto di voto, diritto primario senza il quale una democrazia non ha senso di esistere?

Il ministero dell’Interno Danese in questo documento a pg 33 riporta come nel 2007 nelle elezioni nazionali danesi circa il 5% del corpo elettorale danese ha espresso la sua preferenza tramite l’advanced voting, il sistema usato in Danimarca per garantire il diritto di voto per il cittadino in mobilità.

Non si può accettare in silenzio che nel 2011 in una democrazia occidentale ci siano ancora persone impossibilitate ad esprimere il diritto di voto per puri impedimenti burocratici.

Investiti da questo problema siamo per lo più i giovani tra i 18 e i 35 anni : siamo la parte più dinamica ed innovativa della società, e vogliamo partecipare alla vita del nostro Paese con lo strumento primario che la democrazia ci riconosce: il voto.

Non lo stiamo chiedendo, noi lo pretendiamo!

E abbiamo deciso che è arrivato il momento di dirlo chiaro e a gran voce e non smetteremo di farlo fino a quando non saremo ascoltati.

Ultimi tweet

No Comments

  1. […] facendo due conti coi numeri da noi riportati in questo post precedente, dato per buono il numero di 800.000 meridionali presenti al Nord ma con residenza al […]

  2. […] il costo esagerato, in tempi di crisi, per l’intera comunità se tutti gli studenti fuori sede […]

  3. Comitato Referendum Montefalcione 19 Maggio 2011 at 11:37

    […] il costo esagerato, in tempi di crisi, per l’intera comunità se tutti gli studenti fuori sede dovessero […]

Notizie correlate

Torna in cima