Voto per i cittadini in mobilità: serve decreto, Gentiloni ascolti Bonino

Chiediamo oggi più forte che mai che il governo mantenga l’impegno preso in Parlamento sul voto degli studenti e dei lavoratori fuori sede. Serve un decreto prima delle elezioni per liberare il diritto di voto di migliaia di cittadini in mobilità, costretti oggi a tornare nel comune di residenza per poter votare. Bene ha fatto Emma Bonino a ricordare al premier Gentiloni la necessità di un intervento per allargare la partecipazione democratica. Speriamo che il presidente Gentiloni ascolti il suo appello: si tratta di un intervento da adottare con la massima urgenza possibile, come riconosciuto dallo stesso governo che ha accolto l’ordine del giorno del presidente della commissione Affari Costituzionali, Andrea Mazziotti proprio il mese scorso durante il dibattito parlamentare sulla legge elettorale.